Chi sono

Mi chiamo Gabriele e mi sto avvicinando inesorabilmente ai 40. Forse è per questo che ho preso la decisione di aprire questo blog: la paura di gettare al vento la propria vita può avere un grande potere motivazionale. Un po’ 11come quelle persone che, arrivate intorno ai 50 anni, decidono di comprarsi una macchina sportiva o di lasciare la propria moglie per una ventenne. Dato che aprire un blog è molto più economico che comprare una macchina sportiva e decisamente meno pericoloso di lasciare la propria moglie per una ventenne, direi che la mia decisione può essere più che giustificata…se non addirittura condivisa.

Nella vita mi occupo di tutt’altro. Ho un lavoro che oserei definire normale e solo per questo, per alcuni, dovrei ritenermi fortunato. Si, credo di esserlo, anche se come diceva qualcuno più famoso di me, è nella natura umana lamentarsi sempre…quindi lasciatemi lamentare.

22Ho molte passioni e forse per questo risulto, alla lunga, molto altalenante. Ho giocato a calcio e tennis, ho dato qualche esame in conservatorio, mi sono dedicato per qualche tempo agli scacchi, ho imparato a suonare la chitarra ed il basso, mi sono avvicinato ai giochi di ruolo,  ho praticato Kung Fu ed infine, qualche anno fa, ho imparato a nuotare tra le risate generali dei bambini che dividevano la corsia insieme a me. Di tutto un po’ insomma. Alcune passioni però, sono rimaste delle costanti durante la mia vita, come ad esempio il pianoforte, la lettura e la scrittura.

Questo vuole essere un piccolo spazio dove scrivere idee e riflessioni, perché qualsiasi cosa, che sia un’idea, un pensiero, una riflessione o soltanto una traduzione di un flusso di coscienza, se scritto acquista molta più forza e valore. Scripta manent dicevano i latini.

Con la speranza di rendere il più piacevole possibile la vostra navigazione spero possiate trovare di vostro gradimento questo mio piccolo divagare.

A presto.

Annunci